Windows 10 attivare protezione anti ransomware

Un ransomware è un tipo di malware che limita l’accesso del dispositivo che infetta, richiedendo un riscatto (ransom in inglese) da pagare per rimuovere la limitazione. Ad esempio alcune forme di ransomware bloccano il sistema e intimano l’utente a pagare per sbloccare il sistema, altri invece, attualmente più diffusi, cifrano i file dell’utente chiedendo di pagare per riportare i file cifrati in chiaro. Il consiglio è di non pagare mai in quanto spesso non inviano la chiave di decriptazione.

Windows 10 ha integrato un antivirus/antimalware per proteggersi anche da questi attacchi ma per quest’ultimo non è abilitato, vediamo adesso come attivare questa protezione:

  1. Aprire sicurezza di windows (icona a forma di scudo in basso a destra o scrivere nella ricerca in basso a sinistra “sicurezza windows”)

Si aprirà la schermata seguente e clickate su “protezione da virus e minacce”

Ora clickate su “gestisci impostazioni”

Proseguiamo scorrendo più in basso e clickate su “gestisci accesso controllato alle cartelle”

Per finire, clickate su “disattivato” per attivare “accesso alle cartelle controllato” e dare conferma alla richiesta di variazione dell’impostazione.

Fatto! La protezione anti ransomware è attivata ma fate sempre attenzione, in genere questo tipo di malware arriva per email come allegato in formato .zip anche da email Pec.

Attenzione però, se ad esempio, dovrete passare foto o file da un dispositivo usb tipo smartphone, non vi verrà permesso, dovete quindi prima disabilitare la protezione anti ransonware.

MacerataDoc

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.