Caricare la batteria dello Smartphone/Tablet/Notebook correttamente

Molti si chiedono quando bisogna caricare la batteria dello smartphone, ma non solo, anche tablet, computer e via dicendo.

Iniziamo subito nel dire che l’ideale sarebbe bene caricarla quando sta nel rage 20%-80% in base alle esigenze che si hanno.

Un mito da sfatare è caricare al 100% la batteria di un apparecchio appena acquistato, falso.

Altro mito da sfatare è di far scaricare completamente la batteria, questa procedura rovina batteria, meglio mettere in carica, se possibile, quando ci si avvicina al 20%.

E ancora, caricare più volte al giorno la batteria per mantenere il rage 20%-80% non è dannoso, sempre che ne abbiate bisogno, ad esempio, quando siete fuori casa e non potete fare una carica piena.

Parliamo dei cicli di ricarica, molti pensano che un ciclo di ricarica avvenga ogni volta che si mette in carica e invece è la somma di più ricariche per un totale del 100%, esempio, oggi lo metto in carica mentre segna il 30% portandolo fino al 100%, ho quindi fatto un 70% di ricarica, domani, lo metto in carica quando segna il 70% portandolo fino al 100%, in due giorni avrò una ricarica totale del 100% e proprio questo è 1 ciclo di ricarica. Per assurdo, se carico il 10% al giorno per 10 giorni, viene considerato 1 ciclo di ricarica.

Altro mito da sfatare è lasciare a caricare anche quando lo smartphone ha raggiunto il 100%, non serve a nulla, quando lo smartphone è arrivato al 100% non chiede più la carica e quindi si ferma.

Ultima considerazione, se la sera prima di andare a dormire siete sotto all’80% non mettetelo in carica, proprio per il range 20%-80%. Ovviamente se siete ad una percentuale, esempio 60% e pensate che non vi sia sufficiente per il giorno dopo, caricatelo.

 

MacerataDoc

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.