Cristine Lagarde, neo direttrice della BCE difende l’Euro ma l’Ungheria vuole uscire

Cristine Lagarde, neo direttore della BCE, banca centrale europea,  dichiara: ” l’euro è popolare come non mai presso il grande pubblico europeo. Nonostante le molte preoccupazioni sulla crescita delle idee estremistiche e sull’imbarbarimento della dialettica politica, il sangue freddo mantenuto da Schaeuble (Presidente del Bundestag, parlamento federale tedesco che esprime la rappresentanza popolare della Repubblica Federale di Germania), nei numerosi passaggi critici dell’eurocrisi, ci ricorda di essere fiduciosi in noi stessi e nella tenuta delle nostre istituzioni democratiche europee”, in pratica Lagarde vuole tranquillizzare tutti ma sta palesemente dicendo l’opposto di quello che sta accadendo in quanto, di fatto, l’Euro non è stato mai cosi impopolare. Per la neo direttrice della BCE la colpa non è degli errori fondamentali su cui è stato fondato l’Euro, ma bensì, delle idee estremiste, dell’imbarbarimento della dialettica politica che in soldoni non è altro che dei sovranisti e dei populisti che lo fanno notare. Questo modo di ragionare, ricorda molto quello del PD, dei 5 stelle, di Conte, dell’istituzione di una commissione, chiamata commissione Segre, confermando ancora di più che la sinistra italiana va avanti a testa basta nella direzione euro pur sapendo che, dopo venti anni di insuccessi, di malessere popolare, non avrà vita lunga.

La neo direttrice della BCE difende l’Euro ma l’Ungheria vuole uscire.

MacerataDoc

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.